27 maggio 2011
20:30
21:00a23:00
29 maggio 2011
08:30a12:30

L’iniziativa Geologicamente parlando. La Terra sotto i nostri piedi. Quattro passi nella Geologia dell’Ovadese curata dall’associazione Calappilia, d’intesa con l’Amministrazione comunale di Ovada, prosegue presso la sede del Museo Paleontologico Giulio Maini in Via Sant’Antonio, 17 ad Ovada.

La conferenza Terremoti: origine ed effetti si terrà Venerdì 27 Maggio alle ore 21.00 nella sala conferenze del museo e sarà dedicata a questi fenomeni naturali che hanno sicuramente un triste primato: in pochi secondi riescono a cancellare interi paesi e a provocare migliaia di vittime. I più recenti episodi nazionali verificatisi a San Giuliano di Puglia e all’Aquila ed internazionali quali gli eventi che hanno colpito Haiti ed il Giappone, hanno riportano alla cronaca tutto il loro impatto distruttivo. Anche la nostra legislazione si è dovuta adeguare, rendendo necessaria, in breve tempo, l’accelerazione dei processi approvativi delle più recenti norme tecniche finalizzate all’idonea modellazione in zona sismica.

Cosa sono i terremoti? Perché e dove sono più frequenti? Quali effetti, diretti e indiretti, induce il passaggio di un’onda sismica? Ma soprattutto, si possono prevenire i terremoti? Questi alcuni degli argomenti che saranno presentati durante l’incontro.

Il relatore Paolo Pastorino si è laureato in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Genova discutendo una tesi sulle faune a coralli ed alghe calcaree affioranti presso Malvicino. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze della Terra svolgendo la propria attività nel campo della stratigrafia dell’estremo settore occidentale del Bacino Terziario del Piemonte. È coautore di alcune pubblicazioni scientifiche.

In occasione della conferenza, alle ore 20.30, si svolgerà anche l’inaugurazione dell’esposizione temporanea Le Ammoniti della collezione Maini che rimarrà aperta fino alla fine di Luglio nei consueti orari del museo. I visitatori potranno osservare e apprendere le caratteristiche di numerosi esemplari della collezione di Giulio Maini mai esposti prima. Le Ammoniti posso definirsi come  un gruppo di molluschi cefalopodi comparsi nel Devoniano inferiore (circa 400 milioni di anni fa) ed estintisi intorno al Cretaceo Superiore (circa 65 milioni di anni fa) senza lasciare discendenti noti.

Infine, Domenica 29 Maggio alle 8,30 (ritrovo alle ore 8.00 con mezzi propri) partirà dal museo l’escursione geo-paleontologica I coralli di Costa d’Ovada che avrà una durata di circa 3 ore.

Nel territorio dell’Ovadese affiorano rocce tra loro molto differenti per genesi ed evoluzione. Le rocce metamorfiche costituenti il Gruppo di Voltri sono ciò che rimane di un antico oceano coinvolto nell’orogenesi alpina. Quelle sedimentarie riferibili al Bacino Terziario del Piemonte sono invece la testimonianza di un mare oligocenico che circa 30 milioni di anni fa ha trasgredito le unità alpine poco dopo la loro messa in posto. L’arrivo del mare che alla base del terziario ha invaso le terre emerse di neoformazione è spesso testimoniato dalla presenza di associazioni ad alghe e coralli. Quella affiorante a Costa di Ovada ne rappresenta uno dei più tipici esempi. Accompagnati dal geologo Paolo Pastorino, si impareranno a riconoscere queste importanti formazioni geologiche.

Per informazioni: Associazione Calappillia, tel. 340-2748989; e-mail: museomaini@comune.ovada.al.it; sito web: www.museopaleontologicomaini.it.

Scarica l’opuscolo dell’iniziativa.

With the regular https://whytheluckystiff.net/safety-apps-for-college-students-top-7-apps-you-should-download school calendar, the discipline is better and the students are more focused.

Sito sviluppato da
Associazione Calappilia
Via S. Antonio, 22 - 15076 Ovada (AL)
C.F. 90016180060
Suffusion WordPress theme by Sayontan Sinha